Phillip Toledano - Fotografo, U.S.A.

“A New Kind Of Beauty”

LS: In che modo si è avvicinato al mondo dell’Arte? Che cosa la ha spinto in particolare verso la fotografia?
PT:
Mio padre è stato un artista, così sono cresciuto parlando con lui del suo lavoro, guardandolo lavorare, e con l’idea che la creazione artistica sia sempre accanto a me. Suppongo fosse per me abbastanza naturale provare e fare quello che mio padre aveva fatto…

LS: Chi sono i suoi artisti preferiti e perchè?

PT: Ce ne sono solo alcuni che mi piacciono – pittori, scultori, – Maurizio Cattelan, Bill Brandt, Pablo Picasso, Edward Hopper, Constantin Branucusi, David Hockney… così tanti altri… tendenzialmente preferisco i pittori e gli scultori anziché i fotografi – suppongo di trovarli più entusiasmanti, in parte perchè sono così lontani da quello che faccio io…

 

Phillip Toledano from 'Bankrupt'

Phillip Toledano from 'Bankrupt'

 

LS: Su che cosa si sta concentrando con la sua ricerca personale? Che cos’è la cosa più gratificante nel suo lavoro?
PT:
La cosa più gratificante è quella di finire i progetti! Amo guardare un lavoro completo, sapendo che è dietro di me, e meravigliarmi di quello che è davanti a me…

LS: Lei si sta interrogando sulla società, sulla cultura contemporanea o su quella dei consumatori? In che misura il suo lavoro rappresenta e rispecchia il presente?
PT:
Sto commentando su tutte queste cose. Sviluppo un discorso su ciò che mi interessa e su quello che ho di fronte a me. Personalmente, politicamente e socialmente. Io ritengo che ogni cosa sia personale, anche se si tratta di un progetto politico, parlo sempre di me stesso, come se fosse un’estensione.

 

© Phillip Toledano from 'The United States of Entertainment'

© Phillip Toledano from 'The United States of Entertainment'

 

LS: La influenzano maggiormente il suo lavoro commerciale o quello personale?

PT: Credo che il lavoro commerciale mi permetta di accedere alle possibilità che non avrei il potere di considerare, tanto è di valore. Non c’è così tanta differenza tra loro, in un certo modo. Entrambi si sviluppano attorno a delle idee, è solamente la realizzazione di queste idee a cambiare…

 

© Phillip Toledano from 'The United States of Entertainment'

© Phillip Toledano from 'The United States of Entertainment'

 

LS: Lei ritrae i suoi soggetti con l’idea dell’osservatore impressa in mente, forse pensando a cosa gli altri potrebbero vedere? O non ci pensa davvero mai?

PT: Mai. Questo non è per dire che non sono curioso di sapere che cosa la gente possa pensare del lavoro, una volta realizzato, ma non ci penso nel momento in cui lo sto facendo. Penso solo se l’idea funziona o meno, come potrebbe essere migliore. Se trasmette tutto quello che le voglio dire…

 

© Phillip Toledano from 'The United States of Entertainment'

 

LS: Ci racconti qualcosa sulla serie ‘Phonesex’?

PT: Che cosa tratta? (sto solo scherzando) La maggior parte del mio lavoro è sulla delusione. Su come mentiamo a noi stessi, agli altri, al modo in cui permettiamo a noi stessi di essere ingannati. ‘Phonesex’ mi ha interessato perchè raccontava come due persone accettino di mentirsi a vicenda. Non molto diverso dal matrimonio! (a volte).

 

© Phillip Toledano from 'Phonesex'

© Phillip Toledano from 'Phonesex'

 

LS: In riferimento alla sua pubblicazione “A New Kind Of Beauty”… Ci racconti qualcosa in più sulla creazione del libro (concetto, editing, grafica, stampa)?
PT: Ho iniziato a realizzare ‘Beauty’ nello stesso tempo di ‘Days With My Father’. Entrambi i libri sono fortemente collegati tra loro. ‘Days With My Father’ ha come tema la morte, quella di mio padre, e ‘A New Kind Of Beauty’ è all’opposto. Riguarda (tra le altre cose) la negazione della morte, e il suo allontanarla il più possibile. Inoltre tratta di altre cose. ‘A New Kind Of Beauty’, naturalmente, e come scegliamo di diventare belli e sul futuro del genere umano. Come saremo tra 20 o 30 anni, quando la chirurgia plastica sarà perfino più comune di adesso?

 

© Phillip Toledano from 'A New Kind Of Beauty'

© Phillip Toledano from 'A New Kind Of Beauty'

 

LS: Oggi si tende a lavorare in funzione di immagini in serie. Che forza ha secondo lei un’unica foto?
PT:
Non sono il tipo di persona da ‘immagine singola’. Ho sempre preferito ragionare su un progetto. Questo non per dire che all’interno del progetto non ci siano particolari immagini che non si reggono tra loro da sole. Sarebbe, solo questo, che non ho mai pensato all’idea di catturare immagini in modo casuale.

 

© Phillip Toledano from 'Beatitudes'

 

LS: Quale parte del suo lavoro rappresenta meglio la sua ricerca e in quale si ritrova maggiormente?

PT: Come ho detto poco prima, tutte loro parlano di me, è solamente che in alcuni progetti sono più riconoscibile che in altri. “Days With My Father” manifesta il mio amore per mio padre, ‘Kim Jong Phil’ mette in luce il mio senso dell’umorismo, l’ultimo libro ‘The Reluctant Father’ mostra me stesso e la mia lotta con mio figlio. Così come tutti noi siamo costituiti da aspetti differenti, allo stesso modo tutti i miei progetti rivelano le mie differenti angolazioni…

 

© Phillip Toledano from 'Days With My Father'

© Phillip Toledano from 'Days With My Father'

 

© Phillip Toledano from 'Kim Jong Phil'

© Phillip Toledano from 'Kim Jong Phil'

© Phillip Toledano from 'The Reluctant Father'

© Phillip Toledano from 'The Reluctant Father'

LS: Vede delle evoluzioni nella fotografia contemporanea? Chi sono i fotografi che la incuriosiscono maggiormente oggi? Quali artisti emergenti sta osservando?
PT: Al giorno d’oggi la cosa davvero eccitante della fotografia è che la fotografia non esiste più. Con questo intendo dire che la definizione stessa di fotografia è più indistinta, più ampia, e questo mi interessa molto.
LS: A cosa sta lavorando attualmente? Quali progetti ha in mente, dal punto di vista fotografico o di altro genere per il 2013?
PT: Potete avere maggiori informazioni attraverso il mio sito personale: http://mrtoledano.com/


www.mrtoledano.com

Intervista a cura di Gianpaolo Arena

Traduzione a cura di Gianpaolo Arena