Adolescence

Noi invece siamo patetici. Anzi no, siamo delle star.

Siamo o tristi e penosi oppure inediti e interessanti. Le due possibilità

si fanno strada nella mia mente mentre entriamo. Tristi e penosi, o

inediti e interessanti? Tristi/penosi, o inediti/interessanti?

Tristi/penosi? Inediti/interessanti?

Siamo tragici, insoliti e vivi.

Camminiamo tra le fila di bambini e genitori.

Siamo sfortunati ma giovani e virili. Camminiamo per i corridoi e il

campo da gioco e siamo più alti degli altri, radiosi. Siamo orfani. E in

quanto orfani, celebrità. Siamo come bambini stranieri di uno

scambio umanitario con un paese in cui ancora esistono orfani.

Russia? Romania? Di certo un posto esotico e duro. Siamo le

splendide stelle di un buco nero urlante, i soli nascenti sorti dalle

tenebre, dal vuoto rapace che avvolge e inghiotte, una tenebra che

divorerebbe chiunque appena meno forte di noi. Ma noi siamo

bizzarri, spettacoli, soggetti da talk show. Catturiamo

l’immaginazione di chiunque.

 

Dave Eggers
L’opera struggente di un formidabile genio

Bompiani, edizone 2000