Landscape Stories | Issue 17 | Editoriale

Food

mangiare

1. Ingerire, immettere nell’organismo alimenti solidi e semisolidi (per i liquidi si usa il verbo bere); è riferito soprattutto all’uomo e agli animali forniti di dentatura, per i quali l’atto del mangiare consta di tre successive operazioni: presa degli alimenti, masticazione, deglutizione.

alimentazióne

1. Atto di alimentare o di alimentarsi; scelta e somministrazione di alimenti, come primo momento, presupposto e condizione determinante della nutrizione: scienza dell’a.; a. infantile; l’a. del bestiame; provvedere all’a. dei figli, dei malati, di popolazioni denutrite, ecc. In senso concr., gli alimenti stessi, considerati qualitativamente o quantitativamente: a. liquida, vegetale; a. scarsa, abbondante, sana.

Fonte: Treccani.it

“Formiche servite nel momento degli amori quando sviluppano un sapore particolare, gamberetti offerti sgambettanti a dimostrazione di un’incommensurabile freschezza” … da un articolo di Licia Granelli su Repubblica del 29 aprile 2014 a proposito del Ristorante Noma di Copenaghen eletto per ben due volte negli ultimi 3 anni come il migliore del mondo.

Immersi tra gli scaffali asettici, puliti e ordinati di un supermarket si suppone che la complessa struttura alimentare sia funzionale, accessibile e alla portata di tutti. L’anello finale della catena è spesso ingannevole e seducente. Cosa nascondono le varie etichette e cartellini? In che modo il mercato influenza e guida le nostre scelte alimentari? Come si è trasformato il sistema nutrizionale internazionale?

Attraverso la ritualità del cibo cosa vogliono comunicare gli esseri umani? Quanto l’esperienza gustativa è culturale, sociale, psicologica, estetica?


Landscape Stories 09/2014